Roulette Russa

Roulette Russa

Gira il tamburo
Attendo un altro turno
Palpitazione tenue
Come un sognatore diurno

Ogni giro una speranza
Per me che sto giocando
La vedo andare infranta
E il cuore va in crescendo

Il mio turno ancora
Forse la mia ultima ora
Forse adesso vincerò
Forse non mi … Sveglierò

Forse saluterò l’aurora
Con un colpo di pistola
Sarò il topo che vola via
Dalla vita e la sua tagliola

Copyright © 2019
Adriano Viola
Tutti i diritti riservati

Annunci

Pensieri malsani

Pensieri malsani

Vorrei rapiti il cuore
Senza chiederne il riscatto
Rubare la tua anima
Graffiarla come un gatto

Ferire i sentimenti
Che credi di provare
Mutarli in cicatrici
Che tu possa vedere

Vorrei carpirti i sogni
Le voglie e i desideri
Coprire i tuoi colori
Coi più neri pensieri

Vorrei ridarti indietro
Quello che mi hai dato
E vedere i tuoi occhi
Fissi contro il vuoto

Saresti forse conscia
Capiresti allora
Quello che mi hai fatto
E che mi fai ancora

Adriano Viola

Il Mozzo sognatore

Il mozzo

Il mozzo lava il ponte
Ma nella fantasia
Lui sfida enormi onde
Nella mente sua

Le piega alla sua forza
Alla sua volontà
Sopra un mare di carta
Che lui disegnerà

Dando ordini precisi
Comandi forti e decisi
Trovando sempre rotte
Nella sua buia notte

Ma la luna che rischiara
Il suo eterno navigare
Ogni giorno dentro un secchio
La vede naufragare

Tra bolle di sapone
E grasso di balena
E lo stomaco che balla
Come un altalena

Ma resta sul suo viso
L’ombra di un sorriso
Per tutto il suo coraggio
Che ha salvato l’equipaggio

Perché anche questa notte
Senza ramazza in mano
Ha letto stelle a frotte
era lui … il capitano

Io ci sarò

Io ci sarò

Sali sulle mie spalle
non ti lascio indietro
sei già sopra il mio cuore
non è certo un segreto

Aggrappati al mio collo
tanto è per te che respiro
non temere non ti mollo
sei la ragione per cui vivo

Prova, annusa i miei capelli
hanno il tuo stesso profumo
anche se i tuoi sono più belli
i mie sanno un po’ di fumo

Anche se le mie rughe
scandiscono i miei passi
anche se le tue fughe
ti fanno gli occhi bassi

Dovrai guardare avanti
scontrarti con i venti
avrai gioia e dolore
a cadenzarti il cuore

E quando un giorno avrai
tu un figlio sulle spalle
sull’anima ti sentirai
come un morbido scialle

Allora capirai, anche se sarò lontano
allora sentirai, ancora la mia mano
cingerti d’affetto e tenerti saldamente
forse il mio sorriso ti tornerà alla mente

Ma non temere figlia, io sarò ancora la
anche se il tuo occhio, più non mi vedrà
non temere mai amore nel tempo che verrà
io batto nel tuo cuore … io sono il tuo papà

Adriano Viola

Carpe Diem

Carpe Diem

Carpe Diem forse è davvero meglio
Vivere l’ora sempre, non è uno sbaglio

Niente progetti da realizzare
Niente sogni da concretizzare
Niente domani da aspettare
Niente più ieri da recuperare

Tutto inizia poi tutto finisce
Niente il cuore ci incupisce

Nessuna causa da perorare
Nessun ideale da rispettare
Nessuno sarà più essenziale
Tutto soltanto un niente banale

Cogli l’attimo e non più i tuoi fiori
Fuggente il resto rimane al di fuori

Ma pensando agli istanti in cui non coglievo
Ai frutti sparsi nel domani che attendevo
Ai frammenti di un noi che io immaginavo
A un fuggevole sguardo che più non ritrovo

Carpe Diem forse è la scelta da fare
Ma la mente non lo vuole accettare

Pensando ai giorni che di te ho seminato
Piangendo i sogni che di noi ho innaffiato
Ma mi sfugge il cuore pensando al tuo volto
E a tutti i domani che con te non ho raccolto

Adriano Viola

Proverbiali Pensieri

Proverbiali Pensieri

Lupus in fabula
Interrompimi il discorso
Tardiva primula
Le occasioni che ho perso

Goccia su goccia
Si svuota anche l’oceano
Roccia su roccia
Montagne che si sgranano

Ripetere è inutile
Se udire non si vuole
Non è un pensiero futile
Se sordità ci esilia

Gli estremi si toccano
Ma i centri son distanti
I sogni ci bloccano
Se non si alzano i venti

Gli odi ci sporcano
Ci ardono la mente
Gli amori ci puliscono
Se puri veramente

Ma se l’amore è cieco
L’odio vede tutto
Ti osserva di sbieco
È come un farabutto

L’unione fa la forza
Se un sentimento non è solo
Rompe ogni corazza
Non teme nessun volo

Divide et impera
Distruggi per creare
Ti mancherà la sera
Se il giorno è da buttare

Adriano Viola